Page 10 - il fiume delle storie
P. 10

Si risale allora la corrente senza fatica, anzi attratti e affascinati dalla
              nostalgia dei ricordi e dai racconti più volte ascoltati, e così il tempo trascorso,
              per un istante si assotiglia fino quasi a scomparire.


                    Ma questa nutrita raccolta  di  immagini  di anni  passati non  intende
              accendere soltanto la nostalgia e le emozioni del "ti ricordi" o la riflessione
              esistenziale  sul  "tutto  scorre",  essa  vuole  alimentare  anche  pensieri  e
              considerazioni più solidi come può farlo un vero e proprio testo di storia. Dalle
              figure  di  tanti  uomini,  donne  e  bambini,  che  guardano  il  proprio  futuro
              nell'obiettivo della macchina fotografica, dai paesaggi di campagna e di valle
              in cui si lavora "da sole a sole", dai crocicchi di Sant 'Antonio così come sono
              raffigurati in vari tempi e momenti si legge una storia vera, descritta con una
              chiarezza che tante pagine di libri non potrebbero rendere più eloquente e
              convincente.
                    In queste pagine non si awerte soltanto il tempo che passa, si tocca
              quasi con mano quanto il duro lavoro dei singoli - quasi sempre mascherato
              con dignità sotto gli abiti della festa e nella immobilità dello "scatto" - e il
              progredire della stessa società - visualizzato nelle macchine di don Tabellini
              e del Lenzi come nei più moderni attrezzi agricoli e nel "Cine-Teatro" - siano
              stati determinanti a fare crescere e a fare cambiare modo, tenore di vita e
              aspetto di un piccolo paese di valle alla stessa maniera dei grandi centri.


                    A differenza della corrente dei fiumi che, pur salendo e scendendo a
              seconda delle stagioni, è sempre la stessa anche se l'acqua è continuamente
              nuova, la vita che scorre a Sant'Antonio, come in ogni altro nostro paese, è
              progressivamente mutata in intensità e in qualità.


                    La volontà operosa,  la fede in valori saldi,  il  forte senso di identità
              comunitaria e il sereno ottimismo della gente di Sant' Antonio - documentato
              dalle vivaci fotografie di gruppi in festa o schierati per le competizioni sportive
              - hanno alimentato goccia a goccia, rigagnolo accanto a rigagnolo - tanto per
              continuare nell'efficace metafora dell'acqua che scorre - il fluire di una storia,
              intessuta di singole piccole storie, sempre più vivace e ricca.

                    Queste fotografie, che raccontano tutto di un paese e della sua gente,
              ci possono incuriosire e divertire, ma a saperle leggere con l'attenzione e
              l'anima di chi le ha raccolte e proposte ci faranno certamente meditare su ciò
              che ha legato ed animato una comunità e che l'ha fatta crescere fino a
              maturarne il desiderio e il bisogno di riscoprire e studiare le proprie origini e
              riflettere sul percorso compiuto.
                                                                           Luigi Samoggia




               X
   5   6   7   8   9   10   11   12   13   14   15