Come non sarà domani

Bologna 2 agosto 1980

 

Il 2 Agosto 1980 io, ragazzo del “57, ero in vacanza con la tenda, la chitarra e alcuni amici in un campeggio a Giulianova Marche ed ero partito in treno da Bologna qualche sera prima. Verso le 11 mi reco al bar per azzannare un cornetto e spararmi un caffè, quando…: “Alza per favore! Alza il volume della radio!” dissi alla barista e cominciai a capire bene cosa stava succedendo. “ Ancora non si hanno notizie certe ma a Bologna ….... alla stazione …... una esplosione .... ha devastato …. molti morti ...feriti...”. Di lì a poco, come tutti i miei amici, rimasi sconvolto quando vidi le immagini crude della stazione di Bologna. Sì, quella era proprio la nostra stazione; eravamo lì qualche sera fa e abbiamo preso il treno dal binario 1. Penso che quel 2 Agosto, così come feci io e come fecero i miei amici, tutte le persone con un cuore, vedendo quelle immagini, abbiano pianto e sentito tanta rabbia crescere dentro. Alcuni giorni dopo, rientrando con il rapido Pescara-Bologna, sentendo il rumore ritmico del treno così preciso e cadenzato, presi la chitarra, carta e penna e scrissi di getto musica e parole di questa canzone. Scesi a Castel San Pietro Terme con il brano finito e lo intitolai “Come non sarà domani”, perché certe cose non si possono fare e non dovranno succedere mai più.

Tutta l'Italia e non solo, da 40 anni il 2 Agosto si stringe intorno alla città di Bologna. Una costante accomuna chi quel giorno apprese la notizia di quel drammatico evento, ed è il ricordo di dove si trovava in quel momento. Peraltro ancora noi tutti ci chiediamo: “Perché?!!!”. Io ero lì, a Giulianova, lo ricordo bene, sono ancora imbufalito come allora per quella vigliaccata e ogni volta che ci penso, anche dopo 40 anni, mi viene da piangere. Questa canzone inedita che scrissi pochi giorni dopo la strage alla stazione, è oggi incisa grazie agli arrangiamenti e alle registrazioni di Luigi Biasini, un altro ragazzo del “57. Quando la misi nel cassetto mi giurai che, se un giorno l'avessi resa pubblica, lo avrei fatto senza scopo di lucro personale e solo per favorire iniziative volte a dare un aiuto concreto alla scoperta della verità. E', appunto per questo motivo, condiviso dall'amico Gigi, che il video della mia canzone “Come non sarà domani” è visionabile e scaricabile solo gratuitamente.

   

 

In accordo con l'Associazione tra i familiari delle Vittime della Strage della Stazione di Bologna  del 2 Agosto 1980 e per adempiere all'articolo 2 dello statuto della Associazione "Ottenere con tutte le iniziative possibili la giustizia dovuta" le donazioni legate al brano musicale "Come non sarà domani" di Carlo Borrozzino , visionabile e scaricabile gratuitamente, contribuiranno per sostenere la realizzazione del progetto di digitalizzazione degli atti che interessano la ricerca della verità sulla strage di Bologna e per tutti gli atti terroristici.

Grazie per la vostra generosità per non dimenticare

C.C. Bancario c/o INTESA SAN PAOLO FILIALE VIA RIZZOLI BOLOGNA intestato alla Associazione Familiari tra le vittime della strage alla stazione di Bologna del 2 Agosto 1980
Coordinate bancarie: IT37 H030 6902 4771 0000 0005 586

 
 

Come non sara’ domani


C’è un ragazzo che aspetta il suo amore c’e’ una donna seduta più in là

c’e’ suo figlio che vede già il mare nei vagoni di un treno che va

c’e’ una mano che cerca una mano c’e’ chi cerca qualcuno che non c’e’

come ieri come non sara’ domani come ieri come non


C’è tempo neppure per dire ciao amore scivi se puoi

l’orologio continua a segnare quelle ore che non passano mai

c’e’ chi passa e ci passa davvero sul cuore della mia citta’

come ieri come non sara’ domani come ieri come non


L’ha visto nessuno arrivare e nessuno quando se ne andò

si dice non avesse un cuore era un uomo di ferro un robot

forse Goldrake o Mazinga guerriero ,o forse il pirata nero

chi eri dov’eri giaguaro, chi eri dov’eri


In quel caldo mattino di agosto di un anno che non tornera’

il tuo coraggio noi l’abbiamo visto nel colpire la mia citta’

e una mano cercava una mano oggi cerca qualcuno che non c’e’

come ieri come non sara’ domani come ieri come non


Vogiamo pensarti bologna perche’ Bologna non si arrendera’

Bologna ti guarda sincera Bologna ti salutera’

Bologna colpita nel cuore Bologna si rialza migliore

come ieri piu’ di ieri Bologna come ieri piu’ di ieri


Bologna sa vivere ancora Bologna non si fermera’

Bologna ti guarda sincera Bologna ti salutera’

Bologna colpita a morte Bologna si rialza piu’ forte

come ieri piu’ di ieri Bologna come ieri piu’ di ieri


Bologna sa vivere ancora Bologna non si fermera’

Bologna colpita nel cuore Bologna si rialza migliore

Bologna ti guarda sincera Bologna ti salutera’

Bologna colpita a morte Bologna si rialza piu’ forte

e una mano cercava una mano oggi cerca qualcuno che non c’e’

 

SCARICA QUI L'MP3 della canzone

 
 
ASSOCIAZIONE TORRE DEI CAVALLI – S. ANTONIO Sede Legale: Via Mario Cappelletti n. 65 - 40059 MEDICINA (BO) Cod. Fisc. e Part. IVA 02579191202